Morzeddu

Ingredienti per
4 persone 
(cal 560 circa)
–  Pane casereccio 400 g
– Pomodori maturi 500 g
– Carne macinata 400 g
– Cipolla 50 g
– Sedano q.b.
– Maggiorana q.b.
– Noce moscata q.b.
– Aglio q.b.
– Farina 10 g
– Lardo 40 g
– Vino rosso q.b.
–  olio extravergine d’oliva 20 g
– Sale, pepe q.b

È una sorta di sandwich calabrese, preparato con un ragù di carne che non si mangia nel piatto, ma nella pita, pane casereccio a forma di ciambella; in assenza della pita tagliate delle fette larghe  da una pagnotta di pane casereccio comune. Il nome morzeddu deriva dallo spagnolo al muerzo, colazione, e significa che questo pane farcito si mangia a morsi

Preparazione
Fate soffriggere in un tegame con l’olio, il trito di lardo o di grasso di prosciutto(per un risultato più digeribile, potete usare esclusivamente olio di oliva); aggiungete il trito di cipolla, carota, sedano, aglio e carne macinata grossa. Fate cuocere per qualche minuto mescolando, bagnate col vino, aggiungete il pizzico di maggiorana tritata e condite con sale, pepe e noce moscata. Quando il vino è completamente evaporato,  unite la farina e mescolate a fuoco spento, per evitare che si attacchi al fondo del tegame; rimettete sul fuoco, date qualche secondo di cottura alla farina e aggiungete i pomodori. Fate restringere il ragù a calore moderato, aggiungete di tanto in tanto, se necessario, un cucchiaio d’acqua; ritirate il tegame dal fuoco non appena il ragù di carne si sarà perfettamente amalgamato e leggermente ispessito. Spalmate il sugo su una fetta di pane e ponete un’altra fetta a chiusura.
Si tratta di un piatto unico. Per raggiungere un quantitativo accettabile di nutrienti si può completare il pasto con 150 g di frutta secca di stagione.