martedì, 19 febbraio, 2019
Home In primo piano

In primo piano

La formazione nell’associazionismo

Nel nostro Paese la partecipazione delle associazioni di pazienti e dei gruppi di volontariato alle scelte della sanità è solo all’inizio, ma in molte realtà regionali sono oramai presenti esperienze significative.

QUESTIONE DI NORMALITÀ

Niente passiva autoindulgenza ed autocommiserazione, ma positiva consapevolezza che la normalità passa attraverso la diversità, compresi i limiti che ne derivano.

La farmacovigilanza

La partecipazione coordinata ed efficiente a tutti i livelli (cittadini, operatori sanitari, Autorità sanitarie locali, nazionali e internazionali, case farmaceutiche) contribuisce a migliorare la conoscenza dei farmaci e ad aggiornarne tempestivamente i fogli illustrativi, nell’ottica della prevenzione del rischio e della tutela della salute pubblica.

Il cuore ha le sue ragioni…

La ragione è indispensabile per distinguere gli amici dai nemici del cuore, sia nel mondo dei sentimenti che della salute.  Da questo punto di...

Le bronchiti Invernali

Importante è la campagna di vaccinazione che deve interessare tutti i soggetti a rischio sia per l’età: anziani e bambini, sia per la professione: operatori sanitari, personale impegnato negli asili; sia per le condizioni generali più precarie: cardiopatici, broncopatici, immunodepressi diabetici.

Lo stile di vita ottimale per le persone con diabete mellito di tipo

Numerosi lavori scientifici dimostrano che sia le attività puramente aerobiche che quelle anaerobiche (ad esempio lavori di forza con pesi supervisionati in palestra), sono in grado di ridurre la glicemia e l’emoglobina glicosilata nelle persone con diabete.

Che professione o mestiere posso fare?

La legge 115 del 16-03-1987, definendo gli obiettivi generali per la tutela del cittadino diabetico, promuove di “agevolare l’inserimento dei diabetici nelle attività scolastiche, sportive e lavorative”

I bisogni delle persone con diabete

Per conoscere davvero i bisogni di una persona con il diabete è necessario conoscerla, sentirla, avere con lei un rapporto strettissimo come quello di un curante di fiducia, come quello che ogni medico che si occupa di diabete ha con le persone che a lui si rivolgono

L’obesità e il diabete

L’obesità è generalmente considerata un fattore favorente lo sviluppo del diabete. L’epidemiologia moderna ha dato una risposta convincente a tale convinzione: nei soggetti con familiarità per il diabete il BMI è significativamente più elevato rispetto a quello dei soggetti senza familiarità

L’insulina, un farmaco salvavita

Gli analoghi dell’insulina, assieme ai devices per la somministrazione, ci permettono oggi oltre che una facile e indolore somministrazione, una quasi perfetta copertura del fabbisogno di insulina dei soggetti diabetici, dando loro molti più anni di vita e soprattutto molti più anni alla vita!

PILLOLE