lunedì, 22 luglio, 2019
Home In primo piano

In primo piano

La terapia insulinica: memorandum

Semplici raccomandazioni per non farsi confondere da informazioni diverse ed ottimizzare il controllo del diabete

Diabete, malattia globale

Da un punto di vista clinico il diabete coinvolge globalmente tutto l’organismo essendo in grado di determinare alterazioni in qualunque distretto del corpo umano, non limitandosi alla sola sfera fisica essendo ben noti gli effetti negativi che esso può determinare sulla qualità della vita se non affrontato in termini adeguati

La vita è bella!

Gli sviluppi della medicina hanno determinato un superamento del semplice obiettivo terapeutico di allungare la vita: attualmente non è possibile interessarsi di una malattia e dei risultati della cura senza prendere in considerazione la Qualità della Vita della persona

Tempo libero è bello!

Nei soggetti anziani diabetici la migliore utilizzazione del tempo libero dovrebbe essere destinata alle attività fisiche, comprendenti passeggiate giornaliere, camminate e ginnastica guidata. L'esercizio fisico è infatti fondamentale per raggiungere l'obiettivo del potenziamento muscolare e dell'aumento della resistenza allo sforzo.

Si può invecchiare con successo!

L’invecchiamento è un processo naturale e fisiologico e naturalmente auspicabile, perché, come disse la scrittrice francese Simone De Beauvoir, è l’unico modo per vivere a lungo.

Cosa si aspetta il diabetologo dal medico di medicina generale?

Negli anni a venire il Sistema Sanitario dovrà farsi carico di progetti di formazione continua in ambito professionale e di finanziamenti vincolati alla prevenzione delle malattie croniche per controllare i fenomeni di spesa già visibili oggi.

L’approccio globale alla malattia

In ogni zona territoriale va assicurata la presenza di un Centro di Diabetologia, luogo in cui specialisti del settore seguono periodicamente i pazienti, permettendo un efficace controllo dell’evoluzione e adeguati prevenzione e/o trattamento delle complicanze.

A proposito di comunicazione

Per il medico infatti comunicare con il malato vuol dire costruire con lui un processo di “empatia” vale a dire di coinvolgimento emotivo.

Infermieri e Enti Locali

È ormai assodato che il ruolo di infermieri in diabetologia e degli enti locali è molto più importante di quanto non lo fosse in passato in sanità, nel sociale, e nel percorso di integrazione socio-sanitaria.

L’uso degli Ipoglicemizzanti orali nell’età avanzata

Con il passare del tempo, specie nel paziente anziano, sia la dieta che l’esercizio fisico attenuano il potere terapeutico per cui è necessario ricorre alla terapia con ipoglicemizzanti orali.

PILLOLE