giovedì, 22 agosto, 2019
Home Aggiornamento

Aggiornamento

Una squadra internazionale di ciclisti, triatleti e podisti, tutti con diabete

Il Team Novo Nordisk è una squadra internazionale di ciclisti, triatleti e podisti, tutti con diabete

Autocontrollarsi è fondamentale, ma con giudizio

L’autocontrollo ci racconta la nostra soggettività, consente di personalizzare e calibrare gli aspetti della nostra giornata

Il trapianto di isole

Si definisce trapianto di isole l’infusione di isole pancreatiche in anestesia locale, per via transepatica percutanea, in pazienti affetti da diabete mellito di tipo 1.

L’obesità apre la porta al diabete

L’obesità e il diabete, in particolare il diabete di tipo 2, sono fortemente associate: entrambe sono patologie croniche, entrambe riflettono le interazioni tra genotipo, ossia il patrimonio genetico, l’ambiente; ambedue sono malattie poligeniche, in cui sono presenti vari geni alterati.

Via le fiale!!!

I vantaggi della penna sono molteplici: eliminazione della siringa e del flacone, maggior precisione, facilità d’uso, praticità, minori vincoli.

Le cellule staminali

l’applicazione della terapia con cellule staminali potrebbe costituire, oggi, una motivazione forte e aggiuntiva per i pazienti affetti da diabete

Il futuro della ricerca diabetologica

la possibilità di indurre una rigenerazione delle beta-cellule o, almeno, di produrre “in vitro”, in quantità illimitata, insule pancreatiche da trapiantare rappresenta una interessante prospettiva per la ricerca diabetologica.

Aspetti moderni della terapia insulinica

è verosimile che lo spazio occupato dagli analoghi, attualmente ancora relativamente limitato, in futuro si espanda fino a rappresentare il trattamento di elezione del diabete di tipo 1 e a occupare uno spazio importante anche nel diabete di tipo 2.

Solo un cambiamento culturale può “cambiare il diabete!”

“L’obiettivo e l’ambizione di TUTTI NOI sono quelli di progredire nella cura del diabete, cambiando il modo in cui esso viene percepito e consentendo alle persone con diabete di vivere una vita normale”.

Immigrati con diabete: la prima indagine realizzata in Italia

Gli immigrati con diabete incontrano più difficoltà dei diabetici italiani a farsi visitare dal medico generico (il 30% al confronto dell’8% circa) e ancor più dal medico specialista (il 43,3% al confronto sempre dell’8% circa). La difficoltà principale, nel caso del medico generico, è rappresentata dalle barriere linguistiche.

PILLOLE